Un sito malevolo può utilizzare un bug per far “Crashare” Windows 7 e Windows 8!

di Nikolas Pitzolu 0

All’inizio della settimana corrente è stato rilevato, scoperto e verificato un bug che inficia sulla stabilità dei sistemi operativi Window 8.x e Windows 7.

Il bug in questione può essere utilizzato da un sito Web (con chiare intenzioni malevole) per far rallentare le operazioni impartite sul sistema operativo sino al completo blocco (Freeze) dello stesso.

Addirittura, alcune macchine con determinati hardware, portano il servizio gestione errori di Windows a interrompere brutalmente l’usabilità con una BlueScreen: in questo caso, l’unica soluzione per recuperare la fruibilità, è riavviare forzatamente il sistema perdendo tutto ciò cui avevamo in utilizzo.

Ma perché accade questo? Il sito Web malevolo potrebbe tentare di caricare temporaneamente dei files immagini nel percorso di Root C:\$MFT. In questo percorso, entrambi i sistemi operativi di Microsoft, archiviano i vari attributi metadati e, i file system NTFS, non riescono a gestirli correttamente se le due istruzioni si sovrappongono.

Il bug non si presenta sotto ambiente Windows 10: una delle possibili spiegazioni potrebbe essere che i metadati potrebbero essere archiviati sotto un’altra directory.

Microsoft è già al corrente di tale problematica ma non si è ancora pronunciata sul quando arriverà un aggiornamento per correggere l’exploit malware.

Vi forniremo notizie a breve, non appena il problema sarà rientrato e avremo buone nuove in merito!

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.