Microsoft lavora ad Andromeda OS: porterà Windows 10 Desktop su Smartphone!

di Nikolas Pitzolu 2

Dopo aver dismesso i fondi per proseguire con lo sviluppo e il supporto a versione superiori di Windows 10 Mobile, Microsoft vuole tornare alla carica con Andromeda OS: un sistema operativo per smartphone derivato dall’ufficiale Windows 10 Desktop.

Windows Central è da sempre vicina alle vicende “nascoste” dell’azienda produttrice dei prodotti Surface e molte volte ci ha regalato rumors – poi rivelatesi veritieri – e spunti di riflessione su tutto il mondo Microsoft.

Anche questa volta lancia un’indiscrezione davvero degno di nota: vi ricordate Windows 10 Mobile? l’OS che era partito con Windows Phone 7, arrivando a completarsi (peggiorando) sugli ultimi device Microsoft Lumia?

L’ultima incarnazione del sistema operativo era indubbiamente completa dal punto di vista stand alone: se usato come un telefono normalissimo, magari mettendoci in mezzo il navigatore e l’utilizzo delle funzionalità multimediali, si poteva dire di aver in mano un ottimo e funzionale terminale… Ma poi ci si ricorda che siamo nel 2017 e, quando si affronta la questione “smartphone”, ci si scontra con le applicazioni… E probabilmente è questo il cruccio più grande che ha portato l’esecutivo della società a tagliare i fondi per proseguire con nuovi modelli, aggiornamenti, etc!

Dopo la dismissione quindi che si è deciso di fare?

 

Per il momento l’azienda se ne sta nascosta a studiare le mosse degli avversari (Android e iOS) ma, nelle segrete stanze, ha ricompattato il team per porre i nuovi punti per la creazione di un nuovo sistema operativo per dispositivi mobili: Andromeda OS.

Questo nuovo OS sarà realizzato (seguendo le indiscrezioni) sulla base di Windows 10 versione Desktop e sarà capace di predisporsi in maniera esclusiva a seconda del dispositivo in cui verrà installato.

Se siete soliti leggere le notizie con una certa costanza, questa frase della compatibilità di uno con più terminali – con una singola versione – non è certo una novità.

Era stata pronunciata da Microsoft con l’avvento della piattaforma continuum: poteva aver senso, certo. Ma alla fine non è diventato quello che l’azienda e gli utenti  si aspettavano. E pare che anche Samsung Dex avrà il medesimo iter.

Con la disponibilità ufficiale di Windows 10 variante Desktop sui SoC ARM (Snapdragon 835 ad esempio) la questione assume caratteri senza dubbio più vivaci e consolidati. Tra l’altro i primi dispositivi con UN sistema operativo Full made in Microsoft su architettura ARM sono attesi per fine 2017, per lo meno la loro disponibilità.

E tengo a precisare che UN l’ho scritto di proposito, in quanto generalizzando potrebbe essere benissimo il nuovo progetto che l’azienda sta segretamente preparando. Andromeda OS per l’appunto.

Dopotutto, lo ricordiamo, il CEO non ha mai detto che non verranno mai più prodotti smartphone, declinando la mossa in una “sospensione momentanea”.

Microsoft però deve mettere in conto che non ha più senso mettersi in gara con Android e iOS, non c’è più tempo per farlo e sono davvero avanti anni luce per le esigenze del consumatore medio.

La giusta mossa sarebbe creare e mantenere attiva una fascia dove l’azienda può spopolare: e quella fascia attualmente appartiene ai dispositivi premium Surface, cui potrà aggiungersi presto lo smartphone di tale brand.

Infine, se avete un terminale Windows 10 Mobile (anche a brand Microsoft/Lumia) e vi state chiedendo se il vostro smartphone verrà aggiornato a questo nuovo sistema operativo, iniziare a mettervi il cuore in pace: assolutamente non lo sarà.

Proprio come quando si è passati da Windows Phone 8.1 a Windows 10 Mobile: i terminali con il primo OS sono morti con il primo e Stop.

Non siamo sicuri che Microsoft voglia commercializzare nuovi prodotti mobili con questo nuovo sistema operativo nel breve periodo. Dopotutto l’unica notizia a cui possiamo aggrapparci è che alla fine di quest’anno ci saranno dei probabili terminali che potranno contare sul sistema operativo Windows 10 in variante Desktop su chipset ARM ma non sappiamo se sarà Microsoft a realizzarli!

Il progetto è sicuramente ambizioso ma il mercato è saturo, troppo saturo. Microsoft deve giocare bene le sue carte, come ha fatto e sta facendo per i dispositivi Surface.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.
  • gianluca iO

    Microsoft nel mercato mobile, a me sembra solo un cieco che si dimena per non affogare: in ritardo di 10anni, vision e continuità di strategia non pervenuti, accanimento terapeutico a palla su progetti morti ancora prima di nascere, ma sopratutto navigazione a vista di anno in anno, ovvero la peggiore corporate strategy perseguibile.

    Del resto i suoi insuccessi in questo campo sino ad oggi rendono pleonastici i miei commenti e palano da soli.

    • Nikolas Pitzolu

      Effettivamente hanno fatto scelte, investimenti e percorso strade sbagliate. Per non parlare di come hanno giocato sporco con Nokia, facendola prima andare al ribasso in borsa, e poi acquistandola ad un valore infimo quando ancora poteva combattere per ritagliarsi la sua fetta con Android… E invece Elop e company hanno fatto quello che tutti conosciamo… Microsoft dovrebbe curare un proprio segmento Premium! Come dico sempre (e parlo con cognizione perché uso Surface Pro quotidianamente) una collocazione Premium sarebbe l’ideale, ovviamente si scordi le quote traslate dal mondo degli Smartphone!