Windows 10 S si evolve: dal 2019 S Mode ufficiale in tutti i PC Windows!

di Nikolas Pitzolu 0

Tempo di cambi di strategia e semplificazioni in casa Microsoft: S Mode sarà integrata in tutti i PC sostituendo in parte la versione standalone Windows 10 S.

Windows 10 non è il sistema operativo definitivo: la giusta definizione e il giusto approccio è che non si incrementerà con nuove versioni (11, 12, 13, etc) ma si effettueranno modifiche incrementali alla già ottima base Windows 10.

Quindi con questo ragionamento alla “UniversalApp” i rumors emersi ad inizio anno si tramutano in realtà: perché lasciare il nuovo Windows 10 S a se stante quando la tecnologia permette anche di integrarlo all’interno di tutte le versioni attuali di Windows 10?

La strategia quindi è finalmente coerente, l’attuale OS di Microsoft permetterà di fornire un interfaccia in cui le uniche applicazioni utilizzabili saranno quelle provenienti dal Microsoft Store: e questo sarà relativamente comodo per determinate fasce di utilizzatori.

E’ palese poi come Windows 10 S sia stato realizzato a posta per contrastare ancora di più i prodotti “embedded”, come lo sono in USA i Chromebook su cui gira Chrome OS.

Questo è il post di Joe Belfiore relativo alla notizia:

We use Win10S as an option for schools or businesses that want the ‘low-hassle’/ guaranteed performance version. Next year 10S will be a “mode” of existing versions, not a distinct version. SO … I think it’s totally fine/good that it’s not mentioned.

Sicuramente la mossa di Microsoft è rendere ancora di più capillare la decisione degli utenti di utilizzare Windows 10 S, avendolo pronto all’utilizzo e “nascosto” all’interno del codice dell’OS. Loro lo mettono a disposizione, poi l’utente decide in base alle proprie esigenze.

Questo vuol dire che ci saranno sia notebook strutturati a posta per funzionare con Windows 10 S (preinstallato), sia di PC/notebook e dispositivi Windows dotati del nuovo OS Light attivabile all’occorrenza.

Fermo restando che chiunque abbia acquistato un dispositivo con Windows 10 Pro possa diventare un Windows 10 S e viceversa, per avere acceso a quest’ultimo il costo una tantum da pagare sarà di 49 dollari.

Questo è quanto: è molto difficile che la strategia ci colpirà in modo massiccio in Italia, il campo di battaglia è prettamente in USA dove è chiaro che il target è selezionato su categorie come Scuole, aziende sanitarie, etc. E i Chromebook in quegli ambiti vanno per la maggiore.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.