Windows 10 October 2018 Update, per ora è stop

di Claudio Stoduto 0

Windows 10 è sicuramente al centro dei progetti di Microsoft, ma oggi arriva un brusco stop dopo il rilascio delle scorse settimane dell’aggiornamento semestrale del sistema operativo desktop più diffuso al mondo nonché più installato sui computer.

Da tempo è attivo il programma Insider di Microsoft che, in teoria, dovrebbe garantire una ottima riuscita del sistema operativo grazie ad una serie di versioni beta a cui l’utente può accedere e provare prima del rilascio definitivo. In questo modo la società americana si spinge ad avere sempre maggiori feedback ed evitare di avere grave falle nel sistema una volta pronto su scala globale. Purtroppo non è andata così con questa Build 1809 su cui è stato riscontrato un problema molto grave tanto da bloccarne la diffusione.

Secondo quanto riportato proprio in queste ore, dopo numerose segnalazioni Microsoft si è vista costretta a bloccare l’aggiornamento in attesa di vedere rilasciata una versione aggiornata di Windows 10 che possegga una patch rivista e corretta di quanto scoperto. Ma cosa è realmente accaduto? Praticamente con questo aggiornamento il sistema operativo perdeva parecchi file e dati che, dopo l’installazione erano risultati scomparsi e letteralmente cancellati dal pc in questione. Microsoft non ha capito il perché e cosa cosa possa essere successo di così tanto grave al momento, ma le segnalazioni dei vari utenti sono a dir poco spaventose da questo punto di vista e passateci il termine. Già perché c’è chi ha visto solamente alcune cartelle andate perdute mentre altri si sono visti cancellati parecchi dati degli account Microsoft che, di conseguenza, risultano poi praticamente quasi impossibili da beccare nuovamente.

La nota tecnica di Microsoft sconsiglia assolutamente di installare questo aggiornamento su qualsiasi computer fino a nuove comunicazioni ufficiali. Inoltre, come detto, l’azienda sta cercando di porre un rimedio il prima possibile a quanto successo visto che, a conti fatti, si tratta di un problema che nemmeno nelle beta si era riscontrato nei vari giorni di test di utilizzo. Con questo non vogliamo dire che il programma Insider sia di basso livello ecco, ma forse Microsoft dovrebbe perseguire una strada differente per esso. O viene ampliata la scala di beta testing degli utenti per evitare un’ennesima situazione di questo genere ed avere un feedback più concreto, o più semplicemente si può alzare il livello di chi si dedica a questo genere di operazioni di prova. Certo è che nel 2018 è quasi inaccettabile una situazione simile con una società che dovrebbe in realtà garantire un rilascio di novità mentre invece si ritrova una gatta da pelare mica da ridere.

In casa Microsoft c’è veramente molto su cui dover andare a lavorare nelle prossime ore. Speriamo che tutta questa situazione venga risolta nel minor tempo possibile con una patch che possa andare a permettere a tutti di installare in sicurezza l’aggiornamento di ottobre ed usufruire delle sue interessanti novità che la società ci aveva mostrato. Peccato perchè questa notizia frena un po’ gli entusiasmi (almeno in parte) dovuti alla presentazione di queste ultime settimane in cui abbiamo visto i nuovi Surface in varie vesti che hanno colpito e conquistato non pochi utenti.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.