Surface Go: ufficiale il modello LTE dal 22 novembre in Italia

di Claudio Stoduto 0

Dal giorno del suo arrivo in Italia sono passati ormai diverse settimane, ma oggi il Surface Go torna a far parlare di sé in maniera cattiva sulle pagine dei principali media per via dell’ufficializzazione del modello forse più interessante ed atteso fra tutti.

Se ben ricordate, durante la presentazione di lancio ufficiale vennero annunciate varie versioni. La prima, quella più economica, dotata di una memoria interna eMMC da 64 GB e 4 GB di RAM che un po’ tutti, per un motivo o per un altro, alla fine hanno sconsigliato di acquistare. La seconda invece, quella più interessante, con 128 GB di spazio dedicato con un SSD velocissimo e ben 8 GB di RAM. Questa però è stata pensata anche in una veste del tutto indipendente dalla rete wireless visto che sarebbe dovuta arrivare anche con un modulo LTE-A integrato. Sarebbe abbiamo detto, perché non se ne era più parlano sino ad oggi.

Forutnamente ora è tutto ufficiale ed il nuovo Microsoft Surface Go con connessione dati LTE-A sarà disponibile dal prossimo 22 novembre anche in Italia. Diciamo anche perché Microsoft ha annunciato la disponibilità in ben 23 nuovi Paesi di questo dispositivo. La versione che verrà resa disponibile sarà solamente quella da 8/128 GB, nessuna menzione ad oggi per la veste più economica purtroppo. Parlando invece del prezzo, la parte più succulenta, in America avrà un incremento di ben 180 dollari rispetto a quello offerto di listino che lo proporrà quindi a 679 dollari di base. Purtroppo le cose in Italia non vanno tanto meglio visto che Microsoft ha confermato, tra le righe, che anche i prezzi qui subiranno un incremento molto simile. Considerando quindi un rapporto quasi 1:1 verrebbe facile pensare che i 619 euro richiesti per il modello base, possano aumentare fin a 770/790 euro il che lo renderebbe molto meno appetibile specie se si considerano poi i costi per tutti gli accessori da collegarci attorno tra cui la tastiera (per noi fondamentale).

La vera domanda che ruota intorno a questo prodotto riguarda un semplice aspetto: l’autonomia. Abbiamo visto come da sempre Windows 10 non sia un campione nella gestione del comparto energetico sotto rete dati 4G. Un po’ per colpa della sua mancata ottimizzazione, diciamolo pure, ed un po’ per la scarta implementazione di Intel lato processori, tutti i prodotti hanno sempre preso una grande ed importante paga da parte dei vari (e pochi) tablet Android e dagli iPad di Apple. Per cui c’è molto interesse in tal senso con la speranza che si possa aver trovato, forse, una buona quadra generale.

Con questa veste Microsoft mette in ogni caso in vendita forse il modello più intrigante di tutta la sua gamma. Già perché, viste anche le dimensioni, questo Surface Go si presta ad essere uno degli accessori più comodi da poter usare in mobilità se si riesce a rinunciare alla potenza bruta. Ha tanti pregi, ma anche qualche difetto, ed il non poter dipendere da una connessione Wi-Fi potrebbe avvantaggiarlo e, forse, permettergli di scalare qualche posizione nel cuore degli utenti oggi affezionati ad Android ed iOS anche lato tablet.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.