Windows torna in cima all classifica degli OS

di Claudio Stoduto 0

Torna il bel tempo, se vogliamo dire così visto anche il freddo che c’è in questi giorni, in casa Microsoft con Windows che ritorna re di una speciale classifica che però, ammettiamolo, per le aziende conta ogni giorno sempre di più.

Dal 1980 allo scorso 2017, il prodotto realizzato da Microsoft era stato sempre al vertice della classifica dei sistemi operativi più diffusi al mondo. Non c’era storia per nessuno a partire da Apple con i suoi sistemi operativi desktop passando poi alle varie versioni mobile. Tuttavia ad un certo punto arrivò Google con il suo Android e la possibilità di rivoluzione letteralmente il mondo sotto tanti punti di vista. Perché? Perché il suo sistema operativo mobile dimostrò sin da subito di potersela giocare, in questa particolare sfida, con il più grande di sempre. Il motivo era ed è ancora oggi molto molto semplice: la semplicità con cui il prodotto di BigG si adatta anche a smartphone e/o tablet dalle scarse potenzialità hardware ma che, nel complesso, permettono poi di fare numero e di aumentarne la diffusione su larga scala. Così è infatti successo con Android che più precisamente ad aprile 2017 ha superato per la prima volta Windows al vertice dei sistemi operativi più diffusi. Si trattò di un momento storico per due motivi. Il primo peché riguardava l’interruzione della lunga, lunghissima striscia di successo del sistema operativo di Microsoft ed in secondo luogo del perché il tutto fosse avvenuto da parte di un sistema operativo mobile. Nessuno, al loro lancio, credeva che gli smartphone potessero prendere così tanto piede tanto da diventare oggi dei prodotti super potenti ed in grado, per molti, di essere ormai considerati i nuovi computer portatili, anzi estremamente portatili viste le dimensioni estremamente compatte.

Le cose sono nuovamente cambiate però e questa volta a favore della stessa Microsoft. Parliamo infatti dell’ultimo dato registrato e che a novembre ha portato la quota di Windows nuovamente in cima superando Android. Nello specifico i dati raccolti hanno mostrato come il sistema operativo di Google si sia fermato ad un 30% circa di diffusione globale, mentre Windows ha piano piano recuperato terranno aumentando la sua quota ed arrivando a ben il 36% del mercato. Una tendenza strana quella del sistema di Microsoft più che altro perché era rimasta parecchio costante nel corso di questi mesi senza avere mai grandi volumi di picco o altro.

Questo cosa significa? Sostanzialmente potremmo vedere la situazione da due punti di vista. Il primo, quello di Microsoft, mostra come ancora oggi il mondo non sia pronto a lasciar andare il mercato dei sistemi operativi desktop. Apple e Google spingono molto verso iOS e ChromeOS, ma nessuno ancora forse ci crede in maniera così decisa e concreta come le due aziende. Il secondo punto di vista invece riguarda Google che potrebbe forse accendere un campanello di allarme in sé stessa per cercare di capire cosa non sta più funzionando correttamente sul suo prodotto di punta. Sono anni che Android ormai non introduce tantissime novità, un po’ come iOS eh sia chiaro, e forse il mercato inizia a chiedere qualcosa di nuovo e di diverso?

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.