Microsoft HoloLens 2: La Mixed Reality 2.0 affidata all’esercito USA

di Nikolas Pitzolu 0

Il visore Microsoft HoloLens 2 potrà vantare una potenza tale da poter elaborare una nuova generazione di Mixed Reality, la realtà aumentata fusa con la realtà virtuale!

Non tutti conoscono il progetto Microsoft HoloLens. Chiamarlo visore è altamente riduttivo, visto che all’interno vengono elaborati e mostrati dati come nessun altro visore è capace di fare. E’ un vero e proprio casco multimediale capace di aiutarci anche sul lavoro, e non solo in ambito Consumer. I visori attuali che conosciamo maggiormente, quelli che magari funzionano con uno smartphone come display, sono si interessanti ma vanno incontro a determinate limitazioni per poter essere in grado di poter osare quel qualcosa in più!

Tutta, la potenza di un apparecchio del genere, è garantita dai processori di Qualcomm e in particolare, lo Snapdragon 850 cui è dotato. Ha tutte le carte in regola per garantire un uso fluido e lineare della HPU accoppiata agli fps che servono per garantire una Mixed Reality d’effetto e utile per molte applicazioni.

Cos’è l’HPU? E’ la Holographic Processing Unit, ovvero la particolare piattaforma hardware contenuta all’interno del visore che esegue il lavoro olografico davanti ai nostro occhi! Infatti, grazie anche a questa, potremo lavorare su Edge, su Office, su Ink con dei pannelli davanti ai nostro occhi sostituendo il monitor che utilizziamo nella quotidianità.

Grazie anche alla nuove fotocamere prodotte da Sony – ma sopratutto al software di Microsoft abbinato – sarà possibile tracciare le aree in tre dimensioni. Pensate ad essere a letto con il casco e utilizzare il soffitto come un tavolo! Nel senso che il visore riconosce una superficie e la utilizza trasformandola in un Desktop per posizionare finestre, giochi, elementi, foto, video, etc!

C’era stata un’indiscrezione che suggeriva l’utilizzo della piattaforma Qualcomm XR1 che, a detta dell’azienda Americana, avrebbe avuto un ruolo chiave in questi dispositivi ma per il momento Microsoft ha preferito la “sicurezza” dello Snapdragon 850. La sicurezza in quanto muove già vari notebook ARM Always Connected e si è dimostrato essere davvero affidabile.

Chiaramente non parliamo di un prodotto economico, visto e considerato che Microsoft HoloLens di prima generazione costava più di 2000 euro all’uscita e mai è stato commercializzato con l’ausilio di una rete di vendita. Sarà un prodotto destinato al Business oppure a settori speciali come lo è stato “HoloLens 1” che è stato consegnato all’esercito Americano per migliorare le loro prestazioni sulle morfologie di terreno sconosciute. Che gli organi USA lo vogliano identificare come una nuova arma?

Fonte: NeoWin

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.