Microsoft To-Do: in arrivo parecchie novità

di Claudio Stoduto 0

Microsoft To-Do è stata una delle grandi novità lanciata dalla società americana in ambito software nel corso dell’ultimo anno che abbiamo appena chiuso, il 2018. Dopo l’acquisizione di Wunderlist, in tanti si aspettavano che la società di Redmond prima o poi lanciasse una sua piattaforma legata alla produttività software per rendere ancora più completa la sua gamma di prodotti offerti agli utenti Windows e non solo.

È nato quindi To-Do, un software che non ha deluso le aspettative e che piano piano si è conquistato la sua fetta di utenti più o meno soddisfatti. Già perché Microsoft ha si rilasciato il prodotto ma con tante limitazioni inizialmente forse frutto anche di uno sviluppo software incentrato sulla necessità di trovare un stabilità in generale prima di tutto il resto. Poi, con il passare dei mesi, sono arrivate le novità e tutte le richieste degli utenti sono stata piano piano soddisfate sempre nei limiti dello sviluppo previsto dalla stessa Microsoft.

Con l’arrivo del nuovo anno, arriveranno anche tante novità in tal senso per la stessa applicazione che vedrà finalmente aprirsi definitivamente anche al mondo macOS. Infatti pare essere proprio questo uno dei prossimi step che in Microsoft stanno affrontando in queste settimane con uno sviluppo software dell’applicazione per Mac che sembra quasi in procinto di essere completato. In questo modo gli utenti dei computer Apple non dovranno più passare, come oggi, tramite il browser internet ma potranno facilmente addentrarsi all’interno di una loro applicazione dedicata. Se Microsoft poi confermerà quanto di buono fatto e visto su macOS nel corso di questi ultimi anni, siamo certi che sarà un software di alto livello sin da subito. In secondo luogo, e questa richiesta è presentissima nei vari forum di supporto di Microsoft, arriverà la compatibilità nel poter allegare i file con la speranza che possa trattarsi di ogni genere di estensione e non solamente limitando il tutto a delle semplici immagini o dei documenti come .doc o PDF.  Attenzione perché cambierà anche il modo di poter lavorare con il sistema in generale visto che arriverà anche il supporto alle cartelle, che non fa mai male, anzi oltre che la possibilità di poter sfruttare l’integrazione con Outlook per poter salvare direttamente le email contrassegnate e quindi ricordarci di elaborarle nel corso della nostra giornata lavorativa. Poteva mancare poi il supporto ed il filone al trend del 2018, ovvero quello degli assistenti vocali? Ovviamente no. Infatti dovrebbe arrivare anche il supporto non soltanto ad Alexa di Amazon, ma anche con Siri di Apple estendendo così la possibilità di poter ampliare il portafoglio di collaborazioni con più case. Viene strano pensare perché non sia stato scelto Google Assistant anche come terza soluzione, ma potrebbe essere anche stata una mossa commerciale quella di Microsoft visto che con Apple non ha possibilità di scelta, quindi o Siri o Siri, mentre con Alexa e quindi Amazon ha stretto una collaborazione importante che porterà dei frutti anche su Windows 10. Ultima grande novità a livello di diffusione è l’arrivo di una applicazione con il supporto per Apple Watch che fa notare come, anche qui, ci sia una mezza differenziazione nei confronti di Wear OS e quindi Android.

Microsoft To-Do ricordiamo è gratuita per iOS, Android e Windows 10 al momento. Sicuramente è uno dei prodotti più interessanti del settore e noi siamo certi che queste novità gli possano dare un bel boost produttivo.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.