Windows 10 Mobile: il 10 dicembre sarà il giorno dell’addio finale

di Claudio Stoduto 0

Erano mesi che non parlavamo di Windows 10 Mobile per tanti motivi nonostante si sa da tempo che si tratta di un sistema operativo chiuso definitivamente e che non verrà più sviluppato e portato avanti da parte della stessa Microsoft. Ormai la morte è stata ufficialmente dichiarata nel lontano ottobre del 2017, oltre un anno fa, e da quel momento in avanti abbiamo visto come tante cose siano praticamente cambiate. Nokia è tornata ad essere in parte indipendente abbracciando Android e riscoprendosi e Microsoft ha invece virato completamente sulla parte software e relegandosi ad una visione hardware più legata al mondo Surface e quindi ai computer.

C’era da attendersi, dopo la comunicazione ufficiale su un palco, anche lo spegnimento di tutto quello che ruota intorno al sistema operativo. Già perché a differenza di quanto si potrebbe pensare, non siamo davanti ad una decisione che viene presa di punto in bianco e che mette in atto una sorta di pulsante on off. Siamo più che altro davanti alla fine di una sorta di un’era se vogliamo e di quello che è stato il terzo concorrente in un mondo completamente dominato ad iOS ed Android da circa 10 anni, anno più anno meno.

Ufficialmente il supporto a Windows 10 Mobile terminerà il prossimo 10 dicembre 2019. Ergo circa 11 mesi da oggi in cui piano piano avverrà il distacco definitivo di Microsoft nei confronti di questo sistema operativo. Questo cosa vuol dire in soldoni? Che da quel momento in avanti la società americana non rilascerà più alcun aggiornamento legato alla sicurezza o all’eventuale correzione di bug del sistema operativo. Ovvero se qualora venissero trovate delle falle importanti all’interno del codice sorgente del sistema operativo, Microsoft non andrà a correggerle così come non verranno modifiche delle eventuali anomalie che possano mandare in crash uno smartphone per mille motivi differenti. Se per il primo aspetto purtroppo c’è ben poco da fare, per il secondo invece possiamo dire di essere davanti ad una situazione in cui fortunatamente la vendita degli smartphone con tale sistema è praticamente già stata bloccata e fermata da tempo, anzi forse da anno circa. Per cui diciamo che per tutti coloro che hanno ostentano nel voler rimanere legati ad un telefono marchiato Microsoft, purtroppo bisognerà fare attenzione mentre per tutti gli altri.. .Beh tutti gli altri sono passati ad Android o iOS senza dubbio. Con la fine del supporto terminerà anche la possibilità di poter effettuare i backup del proprio dispositivo. A tal proposito però, questi rimaranno attivi fino a marzo 2020 dando così la possibilità di recuperare in extremis qualche dato in più da essi.

Dopo Windows Phone 8.1, il cui supporto è terminato ufficialmente nell’ottobre del 2017, il cimitero di Microsoft è pronto a fare spazio al suo secondo grande fallimento in ambito mobile. Fa strano dire quanto segue soprattutto considerando che è stato detto dalla stessa Microsoft. La società americana ha invitato tutti i possessori degli smartphone con Windows 10 Mobile a passare al più presto verso Android o iOS ovvero lì dove il mercato vince e lì dove la stessa Microsoft è presente con i suoi prodotti software.

E voi avete ancora un dispositivo con Windows 10 Mobile?

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.