Cortana non morirà, farà dei passi da gigante e migliorerà

di Claudio Stoduto 0

Parliamo di Cortana, l’assistente virtuale di Amazon che abbiamo imparato a conoscere ormai da qualche anno grazie alla sua integrazione all’interno del sistema operativo desktop Windows 10.

Si tratta di un prodotto particolare e forse quello che ha vissuto l’anno più turbolento fra i servizi offerti dalla stessa Microsoft. Già perché senza dubbio la mossa di aprire le porte ad una collaborazione con Amazon e la sua Alexa non ha giovato al progetto di Cortana che indubbiamente in questo modo ne andrà a risentire e che anzi sicuramente non gioverà al futuro del suo sviluppo, almeno secondo alcuni.

Microsoft non è però di questo parere. Anzi in queste ore la società americana ha fatto ulteriormente sapere come stia lavorando in maniera incessante sul suo assistente virtuale per migliorare quella che è la vera e propria efficienza del prodotto in sé per sé per garantire quindi una migliore esposizione per quello che è sarà il futuro del suo funzionamento. Ciò su cui la società si sta concentrando maggiormente in questo periodo è la possibilità di creare delle interazioni concrete fra l’utente ed il suo assistente cosa che ad oggi, per quanto non sembri complessa, non era possibile realizzare in maniera fluida e funzionale. In questo modo si punta ad avere una proattività che potrebbe risultare superiore allo stadio attuale e garantire anche l’introduzione di azioni un po’ più complesse ed ad oggi sconosciute.

Durante la Microsoft Build Developer Conference è stata annunciata quindi questa come una delle grandi novità del prossimo futuro di Cortana. Non sappiamo se la collaborazione con Amazon possa aver giovato da questo punto di vista permettendo di trarre delle considerazioni positive in tal senso e magari degli spunti utili. Di certo però sappiamo che il progetto di Cortana è tutto tranne che morto ad oggi ed anzi migliorerà nel futuro.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.