Primi dettagli online dei nuovo Surface Pro 7

di Claudio Stoduto 0

Nell’attesa della presentazione ufficiale a cui assisteremo nei prossimi giorni, emergono i primi dettagli relativi ai nuovi Surface Pro 7 di Microsoft, i nuovi tablet 2 in 1 dell’azienda che potrebbero finalmente cambiare faccia.

Mai come in questo 2019 ci sono state indiscrezioni in merito a questo dispositivo ed alla possibilità concreta di vedere un restyling non soltanto a livello estetico ma anche hardware. Come emerge oggi le configurazioni di cui sarà dotato il nuovo Surface Pro 7 non saranno però differenti dal passato. Si partirà ancora una volta con un processore i3 di fascia  bassa con 4 GB di memoria RAM a disposizione e 128 GB di SSD. La gamma completa prevederà tutti processori di ultima generazione da parte di Intel, mentre non si hanno avute conferme in merito a delle potenziali schede grafiche inserite al loro interno. Per completezza avremmo:

  • Microsoft Surface Pro 7, Intel Core i3, 4GB RAM, 128GB SSD
  • Microsoft Surface Pro 7, Intel Core i5, 8GB RAM, 128GB SSD
  • Microsoft Surface Pro 7, Intel Core i5, 8GB RAM, 256GB SSD
  • Microsoft Surface Pro 7, Intel Core i7, 16 GB RAM, 256 GB SSD
  • Microsoft Surface Pro 7, Intel Core i7, 16 GB RAM, 512 GB SSD

Per quanto riguarda invece il resto delle novità, ci si aspetta l’introduzione della porta Thunderbolt 3 e della rimozione quindi di quella che è ufficialmente la porta proprietaria di Microsoft che abbiamo conosciuto in questi anni. I primi esperimenti sono stati fatti con la USB di tipo C sul Surface GO, per cui riteniamo che ormai sia tempo per l’azienda americana di passare a questo nuovo standard che potrebbe permettere ancora maggiore flessibilità sul dispositivo in questione. D’altro canto gli utenti attendono con ansia una sorta di uniformità generale in tal senso pur sapendo che alla base la Thunderbolt 3 e la porta USB C sono completamente e diametralmente diverse fra di loro.

A questo punto non sappiamo cosa poter aggiungere se non che speriamo a breve di vedere questi nuovi prodotti e di carpirne tutti i migliori dettagli nel corso delle prossime settimane che anticiperanno la commercializzazione sul mercato. C’è un discreto interesse quest’anno e va detto che il merito è più che mai di Microsoft e delle sue ottime doti sviluppate in questi ultimi anni.

Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole sulla discussione degli articoli nei nostri blog.